Installazione ispirata alle Digital Humanities creata con il monologo de "Il Grande Dittatore" di Charlie Chaplin. Tutte le lettere del testo sono state convertite con il linguaggio ASCII. I numeri ottenuti sono stati inseriti nel motore grafico Unity come parametri generativi. Unity è un motore grafico multipiattaforma che consente lo sviluppo di videogiochi e altri contenuti interattivi, quali visualizzazioni architettoniche o animazioni 3D in tempo reale. L'output è una grafica generativa astratta che si attiene per movimenti e cromatismi a una programmazione specifica con finalità estetiche e artistiche. Colonna sonora composta come un canone musicale crescente. 

Commissionata dalla Città di Milano.